• simn
  • Vita-religiosa
  • pastorale-3
  • solidarieta
  • red
  • organismi ecclesiali
  • laici scalabrinani
  • istituti teologici
  • socialamedia
  • Stella Maris-1
  • centri studi
  • formazione-2
  • Collaborating, supporting and coordinating
  • One heart with Christ and migrants
  • Walking humbly
  • Sharing bread for the journey
  • Being on the migrant's path
  • At the service and in communion with the Church
  • Companions on the journey and mission
  • Growing up fine to serve better
  • Telling to get involved
  • That everywhere might be "home"
  • Serving the migrant, studying motives
  • School of life never ends

Login

Charitas Christi urget nos: l’amore di Cristo ci spinge

Written by P. Sandro Gazzola on . Posted in In rilievo

 

4080Carissimi confratelli, desidero augurarvi, in comunione con il mio Consiglio, di celebrare e vivere con gioia e semplicità le prossime festività pasquali.
Che il nostro stemma, l'humilitas, caratterizzi i nostri gesti, le nostre scelte, i nostri rapporti comunitari.
Buona Pasqua a tutti.

P. Alessandro Gazzola

Charitas Christi urget nos
[L’amore di Cristo ci spinge].
È Cristo che accende questo amore, ridonandoci nella sua Risurrezione
la prova più luminosa della sua divinità e il pegno più sicuro
della nostra futura Risurrezione.
(G.B. Scalabrini, Omelia di Pasqua, 1901)

Mobilidade Humana: retrato de uma economia enferma

Written by Pe. Alfredo J. Gonçalves, CS on . Posted in In rilievo

4073Nas últimas 48 horas, cerca de 4 mil imigrantes, refugiados e prófugos desembarcaram no sul da Itália. Desde janeiro até agora, já são mais de 15 mil. As autoridades italianas calculam que, na outra margem do Mediterrâneo, especialmente na Líbia, entre 300 a 600 mil pessoas, aguardam uma oportunidade para cruzar o mar.

A Itália continua a recebê-los, mas o sistema de acolhida e “primeiros socorros” encontra-se saturado, prestes a entrar em colapso. De resto, o governo italiano não se cansa de afirmar que o Mediterrâneo é uma fronteira de toda a Europa, não apenas dos países do sul. Mesmo na Itália, entretanto, vários setores insistem no combate à “imigração clandestina”, como é o caso do partido Lega Nord.

Siria. All'Onu il card. Raï condanna il fondamentalismo e sollecita soluzioni per i profughi

Written by it.radiovaticana.va on . Posted in In rilievo


4072Béchara Boutros Raï, cardinale patriarca d'Antiochia e d'Oriente, ha tenuto nella sede Onu di Ginevra, una conferenza sul tema dei cristiani, la pace e il futuro in Medio Oriente.

Tre i punti toccati: la presenza dei cristiani nel mondo arabo, una ricchezza di tradizioni e iniziative sociali nei vari Paesi che ha promosso valori morali e umani, in una costante testimonianza di ricerca di convivialità tra le differenze. In secondo luogo la destabilizzazione attuale del Medio Oriente, dovuta ai tanti colpi di stato, alle lotte ideologico-religiose, al trionfo di rivoluzioni come quella di Khomeini in Iran, alla deviazione fondamentalista che ha pressoché annullato i frutti iniziali della "primavera araba" e le ingerenze di Paesi occidentali che mantengono vivi i conflitti.

All'Onu il card. Raï sollecita soluzioni sul dramma dei profughi siriani in Libano

Written by Gabriele Beltrami on . Posted in In rilievo

 

4069Béchara Boutros Raï, cardinale patriarca d'Antiochia e d'Oriente, ha tenuto nella sede Onu di Ginevra, una conferenza sul tema dei cristiani, la pace e il futuro in Medio Oriente. Tre i punti toccati: la presenza dei cristiani nel mondo arabo, una ricchezza di tradizioni e iniziative sociali nei vari Paesi che ha promosso valori morali e umani, in una costante testimonianza di ricerca di convivialità tra le differenze. In secondo luogo la destabilizzazione attuale del Medio Oriente, dovuta ai tanti colpi di stato, alle lotte ideologico-religiose, al trionfo di rivoluzioni come quella di Khomeini in Iran, alla deviazione fondamentalista che ha pressoché annullato i frutti iniziali della "primavera araba" e le ingerenze di Paesi occidentali che mantengono vivi i conflitti.

Silêncio e Silêncios

Written by Alfredo J. Gonçalves on . Posted in In rilievo

4097Iniciemos com o silêncio mutismo. Silêncio cego, surdo e mudo. Mais do que uma atitude passiva, se trata de uma forma de ação ativa, profundamente danosa e nociva.
 
Uma recusa tenaz, consciente ou inconsciente, a todo e qualquer tipo de comunicação. Daí o fechamento sobre si mesmo, o isolamento, a construção de muros invisíveis. O indivíduo ou grupo, achando-se cercado de uma hostilidade real ou virtual, encerra-se numa espécie de gueto imaginário. Excluído ou achando-se discriminado, fecha-se como o camarujo no próprio casulo. Cria-se uma linha divisória, também esta real ou virtual, onde os de “dentro” evitam o contato com os de “fora”, os “nossos” insistem em desconhecer os “outros”.

Incontro annuale del Comitato Cattolico Internazionale per gli Zingari

Written by Redazione on . Posted in In rilievo

4065“Abbattere i muri di isolamento e di esclusione: una sfida evangelica di una dinamica sociale”. È questo il tema dell’Incontro annuale del Comitato Cattolico Internazionale per gli Zingari (Comité Catholique International pour les Tsiganes, CCIT), che si celebra a Cavallino-Treporti (Venezia, Italia), dal 4 al 6 aprile.

Per l’occasione sarà presentato il Messaggio del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti, a firma del Presidente, Cardinale Antonio Maria Vegliò, e del Segretario, S.E. Mons. Joseph Kalathiparambil. Il Dicastero vi partecipa in qualità di Osservatore.